GUDO VISCONTI – E’ ormai da svariate settimane che, nel comune di Gudo Visconti, precisamente alla rotonda che incrocia la SP30 e la SP183 sono state depositate diverse lastre di amianto,alcune intere, altre ridotte in macerie.

L’amianto, commercialmente chiamato eternit, è molto conosciuto per l’estrema nocività delle sue particelle che, se respirate, possono portare allo sviluppo di diverse patologie, quali il carcinoma polmonare o tumori alla pleura.

L’area è stata parzialmente delimitata dalle forze dell’ordine, benché alcuni dei frammenti più piccoli siano rimasti all’esterno dell’area circoscritta dai nastri.

Non ci sono informazioni riguardo il responsabile del fatto e sarà molto difficile rintracciarlo.

L’amianto abbandonato doveva essere smaltito entro la data limite del 16 gennaio 2016.

Il proprietario, se fosse stato colto nell’atto di abbandonare rifiuti tossici su suolo pubblico, sarebbe incorso nella possibile demolizione del mezzo e in una sanzione variabile dai 3.000 ai 30.000 €.

Purtroppo c’è chi furbamente per evitare sanzioni decide di abbandonare illegalmente eternit sul suolo pubblico o negli spazi verdi, causando moltissimi danni all’ambiente circostante e alle persone.

Alessandro Vancheri

Views: 630