ROBECCO S/N – Settembre è arrivato e con lui anche la pioggia e il freddo di fine estate. Proprio il maltempo è stato il protagonista di questo weekend limitando il successo della tradizionale Notte Bianca di Robecco, organizzata dal Comune e dalla Pro Loco sabato sera. Ma i cittadini più affezionati alla festa hanno comunque deciso di fare un giro considerando le originali iniziative  che coinvolgevano le principali vie della città, spaziando tra offerte gastronomiche, sportive e di intrattenimento. Sicuramente tra
le proposte più interessanti rientra la nuova disciplina di combattimento che prevede l’utilizzo di spade laser a cura della Ludo Sport ASD. Lo stand, collocato sul sagrato della chiesa di San Giovanni Battista, ha permesso ai curiosi di provare le spade contribuendo così a creare un gioco di luci e movimenti nella suggestiva cornice della piazza robecchese. Durante  la serata non potevano mancare le tipiche bancarelle delle feste paesane che offrivano caramelle, borse fatte a mano, candele
e ovviamente birre alla spina. Interessante l’esibizione in via Matteotti che ha richiamato l’attenzione degli appassionati di moto con l’esposizione “Rock e Harley Davidson” a cura di Never Stop Tattoo. Presente alla serata anche lo stand di “In Corto”, il concorso di cortometraggi organizzato dal Comune di Robecco, il tema della quarta edizione della rassegna cinematografica è “Il Dialogo”. Un concorso che vuole coinvolgere sempre più le scuole come dimostra il nuovo bando “In Corto Scuole” organizzato
dall’associazione Civico 2 in collaborazione con il Comune di Robecco e il contributo della Fondazione Ticino Olona e del Consorzio Est Ticino.
Le classi delle scuole primarie, secondarie di I e II grado dell’abbiatense e magentino avranno inoltre la possibilità di usufruire di laboratori di produzione cinematografica che verranno effettuati direttamente in classe con personale qualificato. Un’iniziativa molto interessante soprattutto per i giovani appassionati di cinema che hanno così la possibilità di scoprirei  segreti del regista cinematografico. Sorprendente, infine, l’esibizione musicale di via San Giovanni, composta esclusivamente da tamburi costruiti con materiale di riciclo come bidoni e tubi di plastica, offrendo un’ondata di energia musicale a tutta la città a cura dell’associazione Gerusco in collaborazione con Luisa Fiorista. Una serata dunque “limitata” dal brutto tempo ma illimitata per quanto riguarda il successo grazie alla caleidoscopica proposta di eventi che ha richiamato i curiosi, difficile rinunciare ad una delle feste più organizzate in uno dei Comuni più affascinanti del circondario: Robecco. I.S.

 

Views: 29