ABBIATEGRASSO – Il sindaco Nai in 2 anni e mezzo dalla sua elezione detiene già un record, ben 4 gli assessori che si sono dimessi. Dopo Dodi (Bilancio), i leghisti Mercanti (Sicurezza), ora  Cattaneo (Ambiente e Fiere), Bernacchi (Sicurezza). Le ultime defezioni non sono ancora state ufficializzate in Consiglio comunale ma molto si è detto e ipotizzato sulle motivazioni. Riscontriamo che nessuno tra gli abbiatensi  che ne ha parlato crede che l’ass. Cristina Cattaneo si sia dimessa per  ‘motivi personali’, perché diventata  di recente mamma per la seconda volta, così come pare non convincano le dichiarazioni del nuovo commissario della sezione abbiatense della Lega, il 28enne Riccardo Grittini di Corbetta che, con un comunicato stampa, rassicura il sindaco Nai di voler rafforzare l’amministrazione. Ovvio che tutti gli interessati si chiedano come. Tra le voci raccolte, alcune forse “leggende metropolitane”, anche se c’è chi giura sulla sua testa, come quella che girava all’indomani del Consiglio comunale e che segnalava una “grave frattura nella Lega, che avrebbe chiesto al sindaco Nai di tornare ad Abbiategrasso da Mortara dove risiede, all’ 1 e mezza di notte, in vista delle dimissioni di Cattaneo”. Si dice che, mentre l’ass. Cattaneo non si è presentata in Giunta perché contraria all’approvazione del P.A. BCS in assenza di documentazione non condivisa, l’ass. Bernacchi ha votato a favore ma contro le indicazioni del suo partito che, a livello nazionale, è contrario ai centri commerciali. Tanti si chiedono se le sue dimissioni pochi giorni dopo siano state richieste proprio dal partito. Si vocifera anche di spostamenti di consiglieri dalla Lega al Gruppo Misto e dall’entrata in Consiglio di leghisti “fedeli a Nai”’. Il sindaco in diverse interviste si dice “tranquillo” e che sta sereno. Il primo Consiglio del 2020 si annuncia parecchio ricco di novità e altre sorprese. E.G.

Hits: 106