E’ sempre emozionante poter fare gli auguri di Natale alla propria città, è un onore, e anche motivo di esprimere il mio grande affetto per Abbiategrasso e per tutti, e dico tutti i suoi cittadini. Auguri che vogliono rappresentare un grande abbraccio di amicizia, di rispetto, di condivisione delle gioie e delle fatiche che quotidianamente si fanno in città. Ciascuno di voi ha di fronte a sé non soltanto la verifica di un anno magari difficile ma sempre emozionante, un anno in cui ci portiamo nel cuore non soltanto le cose belle ma anche le difficoltà. Penso innanzi tutto alle difficoltà occupazionali, alle difficoltà economiche, a chi passerà il Natale con qualche sofferenza fisica o con qualche parente gravemente ammalato. A tutti coloro va la vicinanza mia personale e di tutta l’amministrazione, ma va anche la convinzione che Abbiategrasso è una gran bella città, che Abbiategrasso ce la possa fare, che Abbiategrasso deve guardare con più coraggio al futuro. Mi piace pensare a una città che accoglie le sfide di tutti, che dà un’opportunità a tutti, che non è solo un ammasso di case e strade, ma una città con una sua anima e con davanti tante sfide a partire dal tema dell’accoglienza e della solidarietà. Nelle nostre scuole ci sono parecchi ragazzi stranieri; integrazione non significa neutralizzare le differenze e le identità, integrazione e accoglienza vogliono dire sommare, non togliere nulla alle nostre tradizioni, alla nostra storia e alla nostra fede. E la bellezza delle nostre scuole è proprio questa aver sempre lavorato in questa direzione; uno dei capisaldi del piano formativo è l’integrazione, o meglio l’inclusione che vuol dire soprattutto valorizzare molto di più le cose che ci uniscono, rispetto a quelle che ci dividono. I nostri ragazzi sono consapevoli che la società cambia e le diversità si mescolano, loro hanno ben chiaro cosa vuol dire vivere insieme, in comunità; segno evidente di uno sguardo aperto e di un cuore disposto a stupirsi, a commuoversi, a emozionarsi. Ecco vorrei augurarvi un Natale così: di stupore, di emozione, di “rinascita” nel senso più alto, di rinnovata fiducia in sé stessi e nei confronti degli altri per affrontare insieme il domani, per condividere e aiutarsi a superare i momenti difficili. Vorrei concludere con le parole del card. Martini. “Ogni Natale è un Natale nuovo, è una nuova offerta di amicizia e di condivisione che Dio fa a ciascuno di noi. Da parte nostra, allora, ogni atto di accoglienza e poi ogni atto di giustizia, di perdono, di comprensione e di solidarietà è il coronamento naturale della celebrazione del Natale”. Sarà Natale solo se lo vivremo con questa responsabilità! Buon Natale di coraggio e di gioia a tutti. Pierluigi Arrara, sindaco di Abbiategrasso

Views: 48