ABBIATEGRASSO – Ogni anno, fino al 2019, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che si celebra il 20 novembre nell’anniversario dell’approvazione della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia, alcune classi della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado sfilavano in corteo per le vie cittadine con i loro striscioni e si ritrovavano nella piazza di fronte al Castello Visconteo, dove con testi letti e gioiosi canti comunicavano alla città i loro pensieri riguardo ai diritti di tutti i bambini del mondo. Quest’anno la pandemia ha cancellato anche questa bella iniziativa, ma i ragazzi delle scuole cittadine hanno voluto ugualmente ricordare l’importante giornata, accogliendo ancora una volta l’invito dell’Unicef. E, siccome la mascherina anti-Covid è diventata ormai parte della nostra quotidianità, l’idea è stata quella di esprimere la propria creatività scrivendo sulla mascherina un messaggio che parlasse del domani, del futuro immaginato o desiderato dopo questo difficile periodo pieno di restrizioni per la nostra vita sociale. Un futuro fatto, di nuovo, di abbracci, sorrisi, amici con cui divertirsi ogni giorno, imparare e stare bene insieme. Queste le attese e le speranze degli alunni, pensieri e sentimenti espressi nelle frasi scritte dalle classi della Scuola Primaria “U. e M. di Savoia” sulle mascherine raccolte in un colorato cartellone affisso sul portone di uno degli ingressi all’edificio scolastico in viale Serafino Dell’Uomo. M.B.

Views: 49