ABBIATEGRASSO – Interessante la risposta del sindaco Nai in Consiglio comunale all’interrogazione presentata dal consigliere Serra, che ha chiesto di conoscere i dati anagrafici degli ultimi anni, per comprendere anche gli effetti del Covid sulla popolazione. Ha chiesto i numeri dei nati e dei decessi, e di conoscere in particolare la situazione delle residenze per anziani. Dati che abbiamo anticipato dall’Eco con il commento del sindaco che riscontrava nei numeri che l’andamento anagrafico del 2020 non si discosta da quello degli ultimi 5 anni. Un annuncio che ha suscitato incredulità nei lettori quando è stato pubblicato ma che ora viene confermato dai numeri. Infatti i decessi, che in città nel 2016 sono stati 678, nel 2019 sono risultati 574 e nel 2020 sono stati 627. L’andamento registra una mortalità di circa 600 casi ogni anno e nel 2020 il dato è inferiore al 2016. Mortalità in aumento nel 2020 nelle residenze per anziani. numeri che riguardano la Casa di Riposo “Città di Abbiategrasso” sono: 43 nel 2017, 30 nel 2018, 40 nel 2019, 67 nel 2020 mentre all’Istituto Golgi i decessi sono stati 110 nel 2016, 100 nel 2017, 98 nel 2018, 83 nel 2019 e 111 nel 2020. Le nascite si attestano intorno a 200 nuovi nati all’anno. Sono nati infatti 286 bimbi nel 2016, 266 nel 2017, 209 nel 2018, 252 nel 2019 e 221 nel 2020. Il sindaco Nai ha commentato che “le politiche a favore delle famiglie vanno incentivate. Nonostante il saldo negativo tra mortalità e nascite, la popolazione abbiatense è leggermente aumentata, significa che più persone hanno scelto di abitare ad Abbiategrasso”. Dati significativi e confortanti, il cons. Serra che li ha richiesti ha infine commentato con l’invito: “Spegnete la tv e fate più figli”. E.G.

Views: 373