ABBIATEGRASSO – Una formula che sembra funzionare. La festa di San Giuseppe per il secondo anno consecutivo ha sostituito la fiera di marzo dedicata al mondo delle due e quattro ruote. Una festa che coinvolge l’intera città e che nasce dal suo cuore, il centro storico, animato da negozi, associazioni e volontari che organizzano varie iniziative, culturali ed enogastronomiche. Un bilancio positivo anche quest’anno, nella giornata di domenica erano moltissimi i cittadini che hanno passeggiato tra le bancarelle, lasciandosi ispirare dalle installazioni artistiche nei cortili, da mostre fotografiche, giochi, esposizioni di vario tipo … Aperto un laboratorio di restauro pittorico presso l’abside di San Bernardino, mentre un percorso fotografico accompagnava i visitatori in via Annoni. E’ stata preparata da Ascom una mappa dedicata all’ “Arte nei cortili”, ben 16 luoghi splendidi e un po’ nascosti, valorizzati e resi ancora più suggestivi. Un modo per farli conoscere anche a tanti abbiatensi che, pur vivendo in città, ignorano la loro bellezza. Alcuni sono stati impreziositi dalle installazioni dell’arch. Clementi. Ruote e biciclette (splendida quella decorata da centinaia di fiori) che hanno richiamato la primavera appena sbocciata e la tradizione della fiera della mobilità, una mobilità dolce, sempre più attenta all’ambiente e alla filosofia “slow”. A proposito di “slow”, in piazza Castello per l’intero weekend è stato allestito il mercatino con i prodotti di eccellenza dei presidi “Slowfood” da diverse regioni d’Italia, all’interno del Festival delle Birre Artigianali BirrinBià, alla sua terza edizione. Proseguendo la passeggiata artistica, con sorpresa grandi e piccini hanno potuto divertirsi allo stand del laboratorio di fumetti e lasciarsi affascinare dagli “orientalismi” in zona via Santa Maria, con esposizioni artistiche, richiami a culture diverse e interessanti incroci di tendenze, in un mix ben riuscito tra arte, artigianato e commercio. I negozianti infatti, con i negozi aperti e le loro bancarelle, sono riusciti ad intrecciarsi perfettamente con gli spazi e le suggestioni artistiche, collaborando tra loro per la buona riuscita della festa. Iniziativa Donna ha proposto il “Fuorisalotto” in via Annoni, uno spazio accogliente dove condividere letture, chiacchiere e una tazza di tè, offrendo anche laboratori didattici per bambini. La piazza Samek è stata vivacizzata dal mercatino della Pro Loco mentre altre iniziative culturali sono state organizzate all’Annunciata, con la mostra Ciclomoto vintage a cura di Luca Agnelli, a Palazzo Stampa “Germinale” dell’associazione Belle Arti e la biblioteca ha offerto ai bambini la possibilità di trascorrere un pomeriggio dedicato a letture e laboratori creativi, quindi non solo giostre, dando così una proposta ancora più ricca e interessante. Diverse le visite guidate organizzate per far conoscere le bellezze artistiche della città in particolare ai più piccoli, grazie ai giovani del Rotaract. Un ottimo bilancio anche per Birrinbià, evento benefico a favore del presidio Slow Food di Civita di Cascia, nelle zone colpite dal terremoto. Tutto esaurito alle cene di venerdì e sabato, in due turni sono stati serviti i risotti protagonisti delle cene, la paella milanesa di Chiara Guenzi e il risotto dello chef Piero, accompagnati dalle ottime birre artigianali dei tanti produttori ospitati nelle scuderie del Castello, che per l’intero weekend, da venerdì sera, hanno “raccontato” la propria passione, con il piacere di chi ha avuto l’occasione di gustarla.  S.O.

Hits: 105