ABBIATEGRASSO – Un gruppo di studenti dell’Istituto Superiore Bachelet, sotto la guida del prof. Silvano Brugnerotto, docente di Disegno e Storia dell’Arte, nell’ambito di un progetto scolastico ha preso in considerazione l’area dell’ex fabbrica Siltal e la tanto discussa Area umida, entrambe non lontane dal pregevole complesso monumentale dell’Annunciata, studiandone la possibile riqualificazione. E, mentre gran parte della politica abbiatense sembra intenzionata a rincorrere progetti di cementificazione, i giovani studenti propongono idee alternative. L’Area umida, riconosciuta “zona di particolare pregio ambientale”, andrebbe salvaguardata, ma non abbandonata a se stessa, bensì aperta agli studenti di diverse fasce d’età: in quella vasta zona naturale, attraverso camminamenti intervallati da piccole stazioni, non invasive, di monitoraggio ambientale per l’analisi dell’acqua e dell’aria, le scuole elementari potrebbero organizzare visite naturalistiche, le scuole medie potrebbero intraprendere piccoli esperimenti di rilevazione e misurazione del territorio, le scuole superiori potrebbero impegnarsi in sperimentazioni più complesse. Le puntuali rilevazioni darebbero un’idea dello stato di salute della zona, identificando gli eventuali agenti inquinanti a ridosso della città. L’enorme area dismessa dell’ex fabbrica Siltal con i suoi capannoni vuoti da tempo potrebbe trasformarsi in un grande progetto di sviluppo culturale per le nuove generazioni, vista l’attuale carenza di spazi in città di cui i giovani possano usufruire. Gli studenti propongono su quell’area, una volta bonificata, un centro polisportivo, con piscina, campi per giochi di squadra, pista di gokart, bowling, spazi di ristoro, e un centro culturale polifunzionale, con teatro, cinema, spazio per concerti, sale d’incisione, studi per attività artistiche, laboratori per la sperimentazione digitale. Previsto, inoltre, un largo uso di pannelli solari per dotare il sito di autosufficienza energetica. Queste interessanti idee, accompagnate da fotografie, disegni e dalla traduzione dei testi in inglese, spagnolo e tedesco a cura di un altro gruppo di studenti, guidato dalla prof.ssa Simona Alemani, insegnante di Lingue, sono illustrate in una pubblicazione ideata e realizzata per la mostra “Ponte delle Idee”, esposizione dei progetti PON 2014-2020 dell’Istituto IIS Bachelet di Abbiategrasso allestita nel mese di gennaio nei Sotterranei del Castello Visconteo. Una lodevole iniziativa, utile a far conoscere alla cittadinanza il lavoro di analisi del nostro territorio svolto nelle aule scolastiche. M.B.

Views: 689