ALBAIRATE – Consiglio Comunale di giovedì 28 novembre. Questo il resoconto del sindaco Flavio Crivellin.
“Abbiamo presentato alcune variazioni di bilancio non significative, dovute a piccoli interventi che abbiamo dovuto eseguire. Mentre le questioni più rilevanti sono emerse in merito alle due mozioni presentate dalla minoranza. Una inerente la Casetta dell’acqua e la sua predisposizione e l’altra incentrata sull’opportunità di munire i nostri studenti di borracce da portare e utilizzare a scuola, limitando così lo spreco di plastica. Su quest’ultimo punto abbiamo argomentato dicendo ci fossimo confrontati sia con il Dirigente scolastico, sia con il presidente di Cap Holding, arrivando alla conclusione che vorremmo incentivare l’utilizzo dell’acqua potabile del rubinetto per il prodotto in sé e non per il contenitore, cioè la borraccia. Il problema delle plastiche lo condividiamo e lo abbiamo anche dichiarato. Nelle scuole l’utilizzo di plastiche è già sconsigliato, ogni classe ha il suo rubinetto e quindi pensiamo si possa ovviare al problema in altro modo. Abbiamo quindi pensato che la borraccia diventerebbe più un gadget, ora molto di moda. Stiamo pensando ad un utilizzo non prettamente scolastico, ma più legato ad esempio allo sport. Vedremo, stiamo studiando soluzioni. Avevamo trovato anche un partner per realizzare questo dono, non è escluso si proceda per qualche altra soluzione. Il problema della borraccia diventa anche igienico. Andrebbe lavata, sterilizzata e di conseguenza porterebbe ad un incremento di utilizzo dell’acqua potabile non per l’idratazione, cioè bevendola, ma per altri consumi che già ci vedono in cima alle classifiche europee di utilizzo acqua. Quindi, seppur lodevole l’idea della borracciaper la riduzione della plastica, porterebbe comunque uno spreco di risorse comunque da tener presente.
Per quanto concerne la mozione sulla casetta dell’acqua, ho spiegato non la si possa accettare perché recita: il sindaco si impegna a chiedere l’istallazione… Prima di questo passo io ho bisogno di capire cosa comporti e costi al Comune di Albairate. Ho chiesto degli incontri per approfondire il tema. Non c’è fretta, hanno già pianificato delle istallazioni fino a metà del 2021, quindi prendere una decisione e avanzare una richiesta in tutta fretta credo sia inutile. Valutiamo e poi eventualmente chiederemo la casetta. Aggiungo che non avendo nessuna struttura del genere, Albairate avrebbe la precedenza su altri comuni richiedenti. Avanzare richieste perché tanto è tutto gratis, non mi pare la scelta giusta, di gratis non c’è poi nulla. Le risposte non sono state prese bene dalla minoranza e mi dispiace. Siamo stati accusati di non essere attenti all’ambiente ma non è assolutamente così. Abbiamo argomentato e credo anche con cognizione di causa”, conclude il sindaco Crivellin. Luca Cianflone

Views: 116