VERMEZZO CON ZELO – Incontriamo il sindaco di Vermezzo con Zelo, Andrea Cipullo. Un nuovo Comune
ma la sua è praticamente una rielezione, com’ è andata questa campagna elettorale post-fusione?
“E’ stata una campagna elettorale molto difficile dal punto di vista gestionale, abbiamo fatto fatica a gestire
alcune situazioni non dipendenti da noi, in modo particolare ci ha dato fastidio esser discriminati da un
gruppo politico facente parte di questa campagna elettorale. Stiamo di fatto valutando insieme al nostro
legale se intraprendere azioni legali nei confronti di chi sui social ha esagerato con accuse personali. Per
quanto riguarda me e il mio gruppo, siamo contenti di aver condotto una campagna corretta, è l’unico
modo che conosciamo, proponendo il nostro programma e parlando con chiarezza ai cittadini, senza mai
gettare fango contro i nostri avversari.
Questi atteggiamenti di attacco e critica anche sul personale credo abbiano influenzato molto il risultato;
volendo dividere in due il voto per una lettura elettorale, se a Vermezzo sostanzialmente abbiamo avuto
una riconferma, a Zelo abbiamo avuto difficoltà, molto probabilmente dovuta agli atteggiamenti
denigratori da parte di alcuni soggetti di questa campagna elettorale”.
Non crede che il passo della fusione, alcuni disservizi avuti dagli abitanti di Zelo, possano aver influito
negativamente su chi si era speso per quel passaggio?
“No, sono stati passaggi obbligati per un miglioramento del nostro comune; probabilmente le accuse
personali si sono andate ad aggiungere al fatto che tanti zelesi non mi conoscessero molto e magari non
sanno come abbiamo lavorato in questi anni; siamo stati sempre seri e trasparenti e il messaggio fatto
passare dagli oppositori, secondo il quale che se avessi vinto io, Zelo sarebbe diventato una frazione di
Vermezzo, è stato scorretto e ha influenzato il voto, ma presto i cittadini di Vermezzo con Zelo capiranno la
nostra visione unitaria del comune e ci apprezzeranno per quello che siamo e faremo”.
Quali saranno i vostri primi impegni?
“Entro una dozzina di giorni ci sarà il primo Consiglio Comunale, ma noi stiamo già lavorando sui primi punti
del nostro programma elettorale. La prima mossa sarà quella di avviare le procedure atte per permettere la
riapertura dell’asilo nido di Zelo; lavoreremo ad uno sportello di ascolto del cittadino e poi la
riorganizzazione degli uffici, come dichiarato in campagna elettorale. Tutto questo lo faremo
nell’immediato, senza dover aspettare fondi, bandi o entrate importanti”.
Per quanto riguarda invece l’amministrazione dei 5 anni, quali saranno gli interventi che impiegheranno
più tempo per arrivare alla loro realizzazione?
“Nei 5 anni andremo a completare il progetto della Cittadella dello Sport, quindi il palazzetto
polifunzionale.
Spingeremo inoltre sull’efficientamento energetico, sulla parte vermezzese partiranno a breve i lavori, visto
il bando già vinto, vorremmo fare la stesso sugli edifici di Zelo. Nel frattempo usufruiremo dei fondi in più
che avremo dalla fusione, poi andremo anche in quel caso ad accedere ai vari bandi messi a disposizione
per i comuni”.
Cosa vi aspettate da questi 5 anni?
“E’ per me un onore essere il primo Sindaco di Vermezzo con Zelo, mi riempie di orgoglio. Abbiamo voluto
con decisione la fusione e siamo riusciti a portarla a termine insieme a tutti i cittadini, non era scontato ma
ce l’abbiamo fatta. Ora è la volta di amministrare, faremo come abbiamo sempre fatto in questi anni,
saremo al servizio dei cittadini, mai per il proprio interesse, con la ferma volontà di migliorare questo
nostro nuovo comune”. L.C.

Views: 195