ABBIATEGRASSO – Torna il cinema in Castello, ideato dalla Consulta Giovani di Abbiategrasso, e lo fa in grande stile con ben nove proiezioni cinematografiche. “Siamo contenti di poter riproporre il Cinema in Castello, un format che lo scorso anno è andato più che bene; abbiamo aumentato il numero di proiezioni da tre appuntamenti a ben nove grazie alla collaborazione con l’Ufficio Cultura. Quest’anno ad aiutarci ci sarà la preziosa associazione culturale La Salamandra. In programma abbiamo titoli per giovani e meno giovani, e addirittura per bambini, quest’anno abbiamo voluto spaziare per rendere l’estate più fruibile a tutti. Alcuni titoli sono dei masterpiece, altri sono meno conosciuti, ma tutti si fanno portatori di un messaggio che vorremmo arrivasse alla comunità” parole della Consulta Giovani di Abbiategrasso. Di seguito gli appuntamenti e le trame. Si inizia domenica 28 giugno con la serata dedicata a Buster Keaton, regista cruciale nella storia del cinema muto, lo ritroviamo in versione grande schermo con accompagnamento al pianoforte dal vivo di Daniele Longo. I film proiettati: “Una settimana” del 1920 e “La palla n° 13” del 1924. Un tuffo alle origini del cinema. Negli anni ’20 i film erano muti e corredati di didascalie, ad accompagnare le proiezioni c’era solo la musica dal vivo. Domenica 5 luglio sarà proiettato “Stonewall”, 2015 di R. Emmerich. Danny è un giovane studente omosessuale. lavora allo “Stonewall Inn”, oggetto di sistematiche e violente retate da parte della polizia. La notte del 27 giugno del 1969, le minoranze LGBTQI+ si rivoltarono contro la prevaricazione delle forze dell’ordine. I moti di Stonewall sono simbolicamente riconosciuti come nascita del movimento di liberazione gay in tutto il mondo. Domenica 12 luglio, protagonista il genio rinascimentale: “Raffaello il principe delle arti”, 2017 di L. Viotto. La trasposizione cinematografica della vita di Raffaello Sanzio, genio indiscusso dell’arte rinascimentale. La pellicola indaga: l’infanzia, la maturità di Raffaello grazie all’insegnamento di grandi maestri, fino all’arrivo del genio. Domenica 19 luglio, “Don’t worry”, 2018 di Gus Van Sant; dopo aver subito abusi sessuali da bambino, John Callahan diventa un adulto con gravi problemi di alcolismo. Un bicchiere di troppo è la causa dell’incidente stradale da cui esce paralizzato. Frequentando un gruppo di recupero, scopre il suo talento nel disegno, che sarà fondamentale per la sua catarsi. Domenica 26 luglio, andrà in scena “Peter pan”, 1924 di H. brenon: la famosa favola del bambino mai cresciuto. Il film di Brenon è una pietra miliare del cinema muto di inizio secolo, lo accompagna dal vivo il pianoforte di Francesca Badalini. Domenica 2 agosto, con “The help”, 2011 di Tate Taylor. Siamo nel 1960, in Mississippi le discriminazioni razziali sono all’ordine del giorno. Le condizioni delle cameriere nere sono ai limiti dello sfruttamento. La coraggiosa Skeeter decide di raccontare le storie di questi soprusi, lasciando la libertà parola alle vittime. Domenica 9 agosto con “Ex machina”, 2015 di Alex Garland: Caleb è un giovane programmatore che vince una settimana presso la residenza del direttore della sua azienda. In questo Eden conosce Ava, un’intelligenza artificiale con cui deve interagire per eseguire il test di Turing, ma qualcosa va storto e ben presto le gerarchie di ribaltano. Domenica 23 agosto andrà in scena “Inside out”, 2015 di Peter Docter. La piccola Riley si trasferisce con la famiglia a san Francisco, per Riley trasferirsi significa perdere gli amici di scuola e di hockey. Ad aiutarla ci sono le sue emozioni: gioia, tristezza, rabbia, disgusto e paura che tengono sotto controllo la sua mente, non senza qualche difficoltà. Domenica 30 agosto con “Adorabile nemica”, 2015 di Mark Pellington: Harriet Lauler è una donna anziana che si ritrova a fare ammenda della malvagità dispensata negli anni. assume una scrittrice per creare un’immagine di sé rispettabile, ma trovare testimonianze positive si rivela essere la parte più difficile. Tutti i film sono alle 21.30.  L’ingresso è gratuito, ma su prenotazione obbligatoria. I biglietti dovranno essere prenotati telefonicamente chiamando l’Ufficio Cultura (02.94692458 – 468). Si potranno ritirare i biglietti, il mercoledì prima della proiezione dalle 17 alle 19 presso la sede della Consulta Giovani (prima porta a sinistra entrando nel Castello) oppure la sera stessa dalle 20 alle 21. Oltre le 21.00 i biglietti non ritirati saranno resi di nuovo disponibili. È obbligatorio indossare la mascherina. I.S.

Views: 209