ABBIATENSE – La scorsa settimana avevamo scritto di un importante convegno organizzato dall’associazione Lule il 18 ottobre, in occasione della Giornata Europea sulla tratta degli esseri umani. Si è parlato di prostituzione e sfruttamento anche nel contesto dei flussi migratori che attraversano il Mediterraneo, un problema grave che purtroppo riguarda anche minori, come testimonia anche la cronaca di qualche giorno fa. Venerdì 28 ottobre, i Carabinieri della Stazione di Sedriano sono intervenuti a Vittuone, lungo la S.P. 34, dove hanno raggiunto una prostituta nigeriana, segnalata da alcuni automobilisti di passaggio per la giovanissima età. Quando i militari, in borghese, sono arrivati sul posto per verificare la situazione, la ragazza è risultata priva di documenti e ha dichiarato di essere 21enne, ma dagli esami eseguiti presso il Policlinico di Milano, è emersa un’età compresa tra i 16 e i 17 anni.  Rassicurata dai Carabinieri, la minorenne ha ammesso di essere sbarcata a Lampedusa la scorsa estate e di aver raggiunto successivamente la Lombardia, dove alcuni connazionali l’hanno ingannata con la promessa di un lavoro regolare, avviandola invece alla prostituzione.  In attesa che il Giudice tutelare si pronunci sul caso, la minore è stata immediatamente avviata presso una comunità. I militari indagano per ricostruire il percorso clandestino della giovane e identificare i responsabili di questo odioso episodio di sfruttamento. (Foto d’archivio).

 

Hits: 125