GAGGIANO – Riceviamo e pubblichiamo: “In queste ore il sindaco di Gaggiano Sergio Perfetti e il presidente milanese dell’ANPI Roberto Cenati hanno fatto letteralmente a gara nel proferire falsità nei confronti della nostra associazione. In primo luogo, l’attività che Bran.co Onlus sta svolgendo nel fornire aiuto e assistenza a nuclei familiari del territorio comunale non è assolutamente in contrasto con le normative di contenimento del covid-19: pur in assenza di una specifica disciplina delle attività di volontariato, le stesse (da esplicite disposizioni reperibili sul sito della Presidenza del Consiglio) rientrano nelle ‘situazioni di necessità’ che possono essere adempiute nel rispetto delle altre precauzioni sanitarie. In secondo luogo, appare farsesco accusare (non si comprende con quale autorità) di incostituzionalità la scelta di Bran.co Onlus di aiutare nuclei familiari italiani, come se al contrario fosse possibile accusare di ciò le numerose associazioni che hanno come destinatari prevalenti o esclusivi della loro attività comunità straniere. Si tratta di scelte associative pienamente ascrivibili alla libertà d’associazione sancita dalla Costituzione italiana, che rivendichiamo e che non riteniamo certamente di dover lasciare a strumentalizzazioni politiche che nulla hanno a che vedere con l’attività svolta dai nostri volontari.

Da ben sei anni Bran.co Onlus è presente nel Sud-Ovest milanese: ad Abbiategrasso, Magenta e ora a Gaggiano il nostro operato ha trovato riscontri importanti nella cittadinanza, che ora coma mai non è interessata alle insinuazioni ma a risolvere i drammatici risvolti dell’emergenza sanitaria.

Ufficio Stampa Bran.co Onlus”.

 

Views: 99