ABBIATEGRASSO – Mancava poco alla mezzanotte e mezza di mercoledì 1 luglio quando, dopo la decisione della maggioranza di affrontare il Bilancio di previsione 2020/2022, nonostante la minoranza chiedesse di spostarlo al giorno dopo, il sindaco Nai ha introdotto l’argomento ricordando che “il bilancio di previsione è stato preparato a febbraio, prima dell’emergenza sanitaria che ha creato una situazione di incertezza, non sappiamo infatti cosa ci troveremo ad affrontare in futuro, quanto è in approvazione quindi è destinato a subire modifiche continue. Il bilancio ha recepito intanto e, continuerà a farlo, i contributi erogati. 120.000 euro da CapHolding , 170.000 per i buoni spesa, 700.000 dalla Regione impegnati in manutenzione di strade e scuole. Un bilancio quindi in attesa di altre risorse e indicazioni. L’Amministrazione intende destinare  risorse anche alla nuova Fondazione che si occuperà degli eventi”. A questo punto i consiglieri di minoranza hanno annunciato di lasciare il Consiglio per protesta. L’assessore Bottene ha sommariamente presentato quelli che ha definito i punti più strategici del DUP (Documento Unico di Programmazione 2020/2022.) Tra questi ha citato la realizzazione della sede comunale unica nell’ex pretura, con avvio lavori entro il 2020, l’incremento degli agenti di Polizia Locale, l’adeguamento dell’edilizia scolastica, i lavori al cimitero di Castelletto, dotare di certificazione antincendio gli edifici di proprietà comunale, la realizzazione della piscina e dell’illuminazione pubblica”. “Un documento dinamico, non statico – ha precisato Bottene – dopo il blackout che ha riguardato tutto il mondo, il bilancio sarà sottoposto a continua verifica, tutto è in divenire. Ci sono iniziative in corso per la popolazione e le attività produttive, chi non ha reddito non può pagare, verificheremo ogni situazione. Abbiamo destinato 46.000 euro a fiere ed eventi nonostante la crisi perché sono attività a sostegno del commercio del territorio… Intendiamo razionalizzare le spese per mantenere i servizi…” Dopo di lui dei  consiglieri di maggioranza presenti, visto che la minoranza se n’era andata perché avrebbe voluto approfondire e affrontare il dibattito non a tarda notte, è intervenuto solo il cons. Lovati (lista Nai sindaco) che purtroppo l’audio pessimo non ha consentito di ascoltare. E’ bastata meno di un’ora alla maggioranza per arrivare a votare e ad approvare  il bilancio. Il Consiglio si è chiuso all’una e 10. E.G.

Views: 83