ABBIATEGRASSO – Mercoledì 12 settembre è stato un giorno importante per una delle attività storiche e più famose di Abbiategrasso: la Pasticceria Besuschio.
La famiglia Besuschio ha invitato stampa e amici all’inaugurazione del nuovo locale ristrutturato e soprattutto ha presentato l’inizio della sesta generazione!
L’attività vanta più di 170 anni di storia, nata a Milano, è oggi uno dei punti di forza commerciali di Abbiategrasso, questo grazie appunto ad  un amore, una dedizione e soprattutto una continuità della famiglia e, da quest’anno, come rimarcato nell’incontro di mercoledì, garantita dai figli Anselmo e soprattutto Giacomo, elemento oggi entrato con responsabilità e sicurezza nella vita futura della pasticceria. La presentazione è stata affidata inizialmente ad Andrea Besuschio e al figlio Giacomo.
Il padre ha ripercorso brevemente la storia della pasticceria, ricordato il loro impegno e la loro filosofia di lavoro, ha ringraziato tutti quelli che hanno permesso ed effettuato i lavori di ristrutturazione, un ringraziamento speciale e commosso all’architetto Simone Colombo, a tutto lo staff, passato e presente, e alle donne della famiglia, fondamentali per lo sviluppo dell’attività, una su tutte la mamma Antonia. Andrea Besuschio ha terminato il suo intervento salutando e ringraziando la clientela affezionata, ormai considerati amici, e ha introdotto e presentato il figlio Giacomo, che da quest’anno dopo essersi laureato ed aver effettuato esperienze di alta pasticceria all’estero, lo affiancherà nel lavoro di creazione e sviluppo dei loro deliziosi prodotti. Un breve video ci mostra la prima creazione del figlio, il suo primo dessert, poi è lo stesso Giacomo a prendere parola e continuare la presentazione. Parla dei suoi inizi e di come da piccolo non volesse in realtà seguire le orme di famiglia, ma che circa tre anni fa qualcosa è scattato e ha capito che quella fosse la strada giusta anche per lui. In questo lavoro ha potuto e potrà così dare sfogo alla sua parte creativa. Oltre ad aver scoperto l’amore per la pasticceria, ha scoperto il piacere di lavorare con suo padre e per l’attività di famiglia, proprio da questa sintonia è nato il dolce, protagonista anche lui della mattinata, “ La Sesta” una torta fatta e creata a quattro mani con il padre per sancire una volta di più l’arrivo della sesta generazione Besuschio. E’ una torta esagonale, composta da morbido biscotto al pistacchio e cremoso al cioccolato fondente con gelatina di lampone. Durante la presentazione è arrivato, invitato dagli amici Besuschio, lo chef Carlo Cracco, distraendo per qualche attimo l’attenzione dei presenti, subito riportati, anzi, piacevolmente riportati, al tema del giorno con l’attesissimo assaggio della nuova creazione della Pasticceria Besuschio. Dopo l’assaggio e le foto di rito, disponibile e gentile anche lo chef Cracco, siamo riusciti a porre qualche domanda a Giacomo il quale ci ha ribadito la sua idea innovativa e in costante movimento di pasticceria, di come il suo impegno nell’azienda, insieme al fratello appassionato di tecnologia, sia anche apprezzabile nello sviluppo della comunicazione, quindi social e nuovo sito, un aspetto che gioco-forza la sua generazione sente più vicino e centrale nello sviluppo di un’attività. Alla domanda se fosse stato più lui a spingere per un ingresso deciso nella pasticceria o fosse stato più il padre o la famiglia ad influenzare la sua scelta, ha risposto che dopo aver capito di voler intraprendere questa carriera, il percorso di affiancamento al padre è stato molto libero e stimolante, gli è stato permesso di viaggiare e conoscere altre realtà di pasticceria per poi riportare quelle esperienze, che conta di poter ripetere, nell’attività di famiglia e contribuire alla crescita della Pasticceria Besuschio. Il locale è molto accogliente e rilassante, uno scrigno che raccoglie la bellezza dei dolci e delle esposizioni, tra cui “La Sesta”, l’ultimo “gioiello di bontà” che sarà disponibile da ottobre. L.C.

 

Views: 50