ABBIATEGRASSO – Quando l’assessore Bottene ha presentato il secondo punto all’o.d.g, ovvero la “Richiesta di sospensione delle rate di mutui contratti dal Comune di Abbiategrasso con l’Istituto di Credito Monte dei Paschi di Siena”, quella che si presentava come una formalità, con approvazione unanime, si rivelava poi una lunga diatriba. L’Associazione dei Comuni (Anci) con altri enti aveva avanzato la proposta di rinviare il pagamento dei mutui, proposta a cui bisognava accedere entro il 15/5, la Giunta abbiatense ha firmato  il 14/5, la delibera di tale richiesta che riguardava i mutui con scadenza il 30/6 e il 31/12. Il cons. Cattoni (Cambiamo Abb.) ha fatto notare che il testo della delibera in approvazione in quel momento, dopo un mese e mezzo dal termine stabilito andava cambiato per evitare che il Consiglio comunale, responsabile dell’approvazione, dichiarasse il falso. Il Segretario Generale Olivieri è intervenuto assicurando che non si trattava  di “un protocollo vincolante” e che “la macchina comunale ha lavorato nella legalità”. Il cons. Cattoni però insisteva a voler semplicente cancellare la frase “…la scadenza è prossima” essendo abbondantemente superata e ha proposto un emendamento. Tagliabue negava tale possibilità asserendo di  non voler perdere tempo. Dalla minoranza si sono levate proteste, il Segretario ammetteva che non si poteva cambiare la delibera perché sarebbe servito il parere dei revisori che non erano presenti. Intanto Cattoni aveva presentato il testo dell’emendamento che avrebbe tolto la frase ‘falsa’ ma la maggioranza glielo ha bocciato. I gruppi di minoranza non hanno quindi votato a favore e solo la maggioranza ha approvato la delibera. La tensione era già alta ed è ulteriormente aumentata quando dopo la mezzanotte la minoranza ha chiesto inutilmente di rinviare al giorno dopo la discussione sul Bilancio di previsione 2020/2022. E.G.

Views: 66