CASSINETTA DI LUGAGNANO – Un 2020 certo turbolento per il sindaco di Cassinetta di Lugagnano Michele Bona e la sua amministrazione. Nelle prime settimane del nuovo anno vandali sull’imbarcadero e parco De Andrè; qualche giorno fa la notizia della ricomparsa di una strana polvere sulle auto nella zona industriale; infine l’incidente dello scorso 18 febbraio che ha visto un suv colpire il parapetto del ponte. Tutto questo, come sappiamo, dovendo ora affrontare tutte le dinamiche dovute al Coronavirus. “Detta così, in effetti abbiamo avuto e abbiamo tanto lavoro. E’ il nostro compito e cerchiamo di farlo al meglio. Sul virus ci siamo adeguati a quanto Regione ci ha indicato. Confidiamo vengano seguite le regole e che non ci si lasci prendere dal panico. In linea con quanto prevede l’ordinanza Regionale abbiamo deciso di annullare il consiglio comunale aperto di venerdì 28 febbraio e fissarlo a data da destinarsi. Speriamo al più presto”. Sugli atti vandalici il sindaco spiega non ci siano novità, le indagini sono in corso. Questioni polveri: dopo l’intervento dei carabinieri forestali si attendono indicazioni e valutazioni di Arpa. Dovrebbero provenire da scarti di vernice di un’azienda in prossimità del paese, si attendono però indagini ufficiali e specialistiche. Sull’incidente di martedì scorso sul ponte di Cassinetta, il sindaco Michele Bona fa sapere: “Purtroppo un cittadino ha perso il controllo del suv e spostato leggermente il parapetto in pietra del ponte, danneggiandolo. Abbiamo messo in sicurezza e ristretto la strada con delle protezioni. Città Metropolitana, organo competente per quanto riguarda la struttura, dovrà presto darci indicazioni per i lavori necessari. Attendiamo”. L.C.

 

Luca Cianflone

Views: 64