ABBIATEGRASSO – Martedì 29 settembre siamo stati avvertiti del disagio diffuso tra gli ambulanti del mercato. I commercianti si consultavano tra loro ed esprimevano la loro delusione perché, come precedentemente segnalato, il giorno 30 settembre scadeva la proroga per il pagamento della tassa sull’occupazione del suolo pubblico delle loro bancarelle e non avevano avuto notizia di eventuali sconti o esenzione per il periodo Covid, come invece è successo negli altri Comuni. Un rappresentante degli ambulanti, che aveva da poco scritto del problema su Facebook, ha riferito di aver ricevuto una telefonata dall’assessore Bottene che si è mostrato offeso per il post e si è lamentato di non essere stato prima interpellato. Ma il rappresentante degli ambulanti ha ricordato che Bottene aveva assicurato mesi fa che avrebbe entro il 30 settembre, ricalcolato e modificato la tassa con degli sconti, se non fosse possibile arrivare all’esenzione. Molti ambulanti non avendo ricevuto invece nessuna indicazione, per non incorrere in sanzioni, martedì 29 avevano già pagato il plateatico, nonostante le evidenti difficoltà dovute ai mancati introiti nel periodo del lockdown, 70 giorni in cui il mercato non c’è stato ma per cui hanno dovuto comunque pagare. Nel pomeriggio di martedì 29 è arrivato il comunicato dell’Amministrazione (che pubblichiamo), che informava del rinvio del pagamento, dai più ormai già effettuato, al 30 novembre. Un’ulteriore proroga che non ha soddisfatto i commercianti che lamentano poca attenzione e mancanza di tempestività da parte dell’Amministrazione. E.G.

Views: 186