CASSINETTA DI LUGAGNANO – Un altro trofeo si aggiunge alla bacheca del fenomeno Simone Barlaam. Questa volta non si è trattata della solita medaglia (di cui non ci stancheremo mai) e non è stato premiato in piscina. Il campionissimo di Cassinetta di Lugagnano è stato premiato nel cuore di Milano, Teatro Dal Verme, con l’ambitissimo Ambrogino d’Oro. La cerimonia si è tenuta, come da tradizione, sabato 7 dicembre, festa di Sant’Ambrogio, patrono di Milano. Qualche settimana fa l’incontro con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sabato scorso la premiazione da parte del sindaco di Milano Giuseppe Sala…  “E’ stata una cerimonia molto emozionante. – commenta Simone Barlaam –  Il teatro era pieno e i tanti applausi al mio annuncio mi hanno riempito il cuore. Sono salito sul palco per stringere la mano al sindaco e invece mi sono sentito avvolto da un abbraccio calorosissimo, come se mi conoscesse da anni. Mi piace pensare sia l’abbraccio di una città che amo e in cui sono tornato a vivere, studiare e allenarmi”.
Insieme a Barlaam, altri personaggi illustri come il cantautore Vinicio Capossela, l’attrice Lella Costa, il compositore Mogol e altri ancora. “E’ stato bellissimo incontrare tutti quei grandi artisti, – ha aggiunto il nuotatore paralimpico –  Lella Costa si è avvicinata e mi ha detto quanto fosse per lei un onore esser premiata con me. Quello mi ha scaldato ancora di più il cuore. Tutto questo affetto mi ha gratificato molto e dato una carica incredibile per il futuro”.
Vedere nascere un campione non è fortuna di molti. Barlaam sta riscrivendo tutti i record italiani e si sta imponendo nel nuoto mondiale. Non ci resta che ringraziarlo e continuare a fare il tifo per lui e per tutto il movimento che rappresenta. Paura di dargli troppe pressioni? No, ha le spalle larghe e il sorriso tranquillo dei grandi campioni. Luca Cianflone

Views: 117