ABBIATEGRASSO – Un grave episodio di violenza domenica allo stadio durante la partita che stavano giocando la Virtus Abbiatense e l’Idrostar di Casano Boscone. L’arbitro aveva appena fischiato una punizione al limite dell’area di rigore a favore della Virtus quando un giocatore dell’altra squadra si è alterato, ha inveito poi si è avventato su di lui e l’ha ripetutamente preso a pugni in faccia. L’incontro è stato ovviamente sospeso anche se in diversi dei presenti, essendo una gara di campionato di terza categoria, hanno protestato per l’interruzione. Comportamenti che definire “poco sportivi” è decisamente eufemistico. Sono intervenuti i Carabinieri che hanno fermato il “picchiatore” del Cesano, un ragazzo di 20 anni originario del Marocco con precedenti penali dovuti, pare, alla sua aggressività che anche la disciplina sportiva, purtroppo, non sembra incanalare positivamente. Il giovane arbitro, che è stato medicato al P.S. di Abbiategrasso, dovrà decidere se querelare il giocatore, che intanto sembra scontato che sarà punito con un periodo perlomeno di squalifica dalla sua squadra, che non ha certo onorato. E.G.

Views: 37