ABBIATEGRASSO – Nell’ultimo Consiglio comunale di mercoledì 29 luglio, diversi consiglieri hanno chiesto la parola  prima di affrontare l’ordine del giorno. La prima Sara Valandro (Abb. Merita) ha espresso soddisfazione per l’approvazione unanime al parco inclusivo, a cui sono stati destinati 150.000 euro dall’Amministrazione e una raccolta fondi dal gruppo I Sognatori di cui la stessa consigliere fa parte. Un parco senza barriere architettoniche come dovrebbe essere l’intera città e come, ha denunciato, non sembra proprio essere il banco-sedia con  rotelle, proposto dalla ministro Azzolina. Il cons. Serra (Gruppo misto) ha invitato gli assessori Albetti e Bottene a indossare la mascherina  visto che “si sanzionano le persone che non  l’hanno”. Ha invitato a riaprire gli uffici comunali “perché non tutti i cittadini hanno o sanno usare il computer”. Ha denunciato l’ennesima perdita di servizi in ospedale “tolta la sala gessi, utile per tanti primi interventi come le slogature, non c’è più neanche la Continuità Assistenziale (prima si chiamava Guardia Medica), ora i pazienti devono recarsi a Magenta o a Milano…Nai e la maggioranza intervengano, togliere la sala gessi fa anche diminuire i numeri di accesso al P.S. Mancano sempre più i servizi basilari”. Il cons. Biglieri (Pd) ha parlato della casa di riposo comunale, del cambio d’appalto denunciato da CGIL, “una scelta negativa per i lavoratori  di cui svilisce la professionalità, prevedendo un 50% in meno del servizio agli ospiti. Un taglio non giustificato, con una diminuzione di salario, il Comune non deve stare in silenzio, spero che il sindaco e l’assessore siano andati a parlare con il cda, in questa fase di assestamento di bilancio in Regione era possibile trovare finanziamenti. Chiediamo più attenzione, se il sindaco è d’accordo con questo cambio d’appalto lo dica… ” Tarantola (Ricominciamo I.) ha espresso il disagio che prova ogni volta che presenta un’interrogazione scritta, chiedendo anche, invano, di avere una risposta anche scritta. “Basterebbe dare copia di quello che leggete in Consiglio…” De Marchi ( Cambiamo Abb.) ha espresso la sua indignazione perché, ha detto: “In questo momento di crisi economica il sindaco che fa? Sta per nominare un portavoce come aveva fatto Albetti che in 5 anni aveva speso 750 mila euro per il suo. Uno spreco dopo l’altro, vedi la piscina da 8 milioni di euro con cui si poteva fare un palazzetto dello sport. Leggo anche che avete speso 8.000 euro per una ricerca sul disagio giovanile, per scoprire che manca un teatro, un cinema… Non avete fatto niente per i giovani che sono allo sbando, vi consiglio di andarvene”. Finiguerra (Cambiamo Abb.) è tornato sull’argomento Rsa e degli 8 dipendenti che poche ore prima erano state praticamente costrette a  firmare un nuovo contratto di ‘operaie multiservizi’. “Si assiste a una smobilitazione della casa di riposo, un bene pubblico dal 1300 ora data in mano a privati”. Finiguerra ha anche accennato alla pista ciclabile di collegamento con Cassinetta che finalmente sarà ultimata, un progetto sempre sollecitato personalmente da 10 anni, ora finanziato, “Abbiategrasso – ha concluso – ottiene solo se si muovono i capopartiti di Magenta”. Magnoni (Lega) ha subito replicato che “il consigliere regionale Del Gobbo è stato sollecitato da questa amministrazione”. Il sindaco Nai è intervenuto per rispondere ad alcuni consiglieri e per fare un annuncio importante. Ha ringraziato Del Gobbo che ha presentato l’emendamento che ha ottenuto il finanziamento per terminare la ciclabile. Per quanto riguarda la Rsa ha informato di avere un incontro venerdì 31 “per sentire le opinioni delle lavoratrici” e ha ricordato che “c’è un cda composto da 5 persone di diversa estrazione politica che gestiscono la Rsa e hanno piena responsabilità. Il comune non può e non deve intervenire”. Poi  poche parole per l’annuncio più rilevante: “Oggi la Giunta ha approvato definitivamente il Piano Attuativo di Essedue”. Quindi il Parco Commerciale tanto contestato si farà. E.G.

Views: 662